Il rischio incendio nel D. Lgs 81/08

Il Decreto Legislativo n. 81 del 9 aprile 2008, disciplinando l’operato dei titolari d’azienda nell’ambito della sicurezza nei luoghi di lavoro, prevede, tra i vari obblighi anche quello della lotta antincendio.

Nell’articolo 18
, in particolare, il datore di lavoro è chiamato a designare preventivamente i lavoratori incaricati dell’attuazione delle misure di prevenzione incendi e lotta antincendio e ad adottare le misure necessarie (corrispondenti alla natura dell’attività, alle dimensioni dell’azienda o dell’unità produttiva e al numero delle persone presenti) ai fini della prevenzione incendi e dell’evacuazione dei luoghi di lavoro.

Nell’articolo 46 è stabilito che egli debba adottare idonee misure per prevenire incendi e tutelare l’incolumità dei lavoratori organizzando uno specifico servizio di prevenzione e protezione antincendio (costituito da personale in possesso dei requisiti previsti e un’adeguata formazione) e predisponendo misure precauzionali di esercizio, metodi di controllo e manutenzione degli impianti e delle attrezzature antincendio e occupandosi della gestione delle emergenze.

Il datore di lavoro, secondo quanto riportato nell’articolo 36, ha il dovere di garantire a ciascun lavoratore un’appropriata informazione sui rischi per la salute e la sicurezza sul lavoro connessi all’attività dell’impresa e sulle procedure che riguardano il primo soccorso, la lotta antincendio, l’evacuazione dei luoghi di lavoro.
In merito alla gestione delle emergenze, infine, è tenuto a organizzare i necessari rapporti con i servizi pubblici competenti in materia di primo soccorso, salvataggio, lotta antincendio e gestione dell’emergenza.

Adeguati a quanto prevede il Testo Unico sulla Sicurezza
Garantisci ai tuoi lavoratori un ambiente di lavoro sicuro
Evita salate sanzioni
Contattaci attraverso il form sottostante!